Quando si forma la placca
Dopo ogni pasto, la placca aumenta; quando si mangia zucchero o cibi contenenti amido, i batteri della placca entro 20 minuti danno inizio ad una reazione che produce acidi che rimangono in bocca fino a quando non ci spazzoliamo i denti.  La placca impiega 48 ore a iniziare a calcificarsi e originare il tartaro (che può essere rimosso solo professionalmente), se la rimuoviamo prima non sarà necessario effettuare sedute di pulizia dal dentista e, soprattutto, manterremo sani denti e parodonto (gengive e osso di sostegno dei denti).La saliva aiuta a neutralizzare la placca, però durante il sonno la produzione viene ridotta sensibilmente è perciò importante eliminare la placca usando lo spazzolino prima di andare a dormire.

I cibi sani
Forse non tutti sanno che gli alimenti che mangiamo possono influenzare la salute dei denti. Alcuni alimenti possono facilitare lo sviluppo  di batteri che a loro volta possono causare carie o gengiviti. Quindi oltre ad una buona igiene orale per avere una buona salute dei denti occorre seguire una dieta adatta.  Gli alimenti adatti per la salute dei denti sono il latte e tutti i suoi derivati come formaggi, gelati, ecc, ancora i cereali, la farina, la pasta, riso, tutti i vegetali, la carne, il pesce e le uova. Gli alimenti che danneggiano i denti sono tutti quelli che hanno molto zucchero, come torte, biscotti, caramelle, ecc. Queste perchè i batteri che vivono nella bocca metabolizzano lo zucchero trasformandolo in acido che corrode e intacca i denti. Quindi soprattutto occorre limitare ai bambini il consumo di alimenti con molto zucchero.

Profilassi alimentare

Una corretta alimentazione prevede l'assunzione in modo equilibrato di proteine, lipidi, carboidrati, vitamine e sali minerali. Il termine carboidrati comprende sia molecole semplici quali il glucosio, saccarosio, fruttosio ecc. (zuccheri) che molecole più complesse come l'amido presente nel pane, nella pasta e nelle patate, quest'ultimo è scisso nello stomaco in carboidrati semplici che saranno assorbiti dall'organismo. I carboidrati semplici (zuccheri) come già visto rivestono un ruolo fondamentale nella formazione della carie, essi però, anche se non sono indispensabili per una corretta alimentazione, non devono necessariamente essere eliminati dalla dieta, infatti, al fine di prevenire la carie è sufficiente una corretta igiene orale dopo l'assunzione di alimenti dolci. Molto importante è anche la consistenza degli zuccheri ingeriti, infatti, risultano maggiormente dannosi gli alimenti molto viscosi, come marmellata, miele, caramelle o cioccolato, i quali aderiscono ai denti aumentando così la loro permanenza nel cavo orale, mentre le bevande zuccherate avendo un veloce transito e una breve permanenza nella bocca risultano meno dannose